martedì 2 aprile 2013

Marche: le lasagne all'ascolana

Le lasagne all'ascolana sono la versione marchigiana delle più conosciute lasagne alla bolognese.
La ricetta non prevede l'uso del pomodoro, a differenza di quella bolognese, e la carne è un misto di carne bovina e di pollo, comprese le rigaglie di quest'ultimo (almeno così prevede la ricetta tradizionale).
Questo piatto deciso e sostanzioso, è coronato dal tartufo, aggiunto generosamente sull'ultimo strato della lasagna.
Vediamo come si prepara questo piattino saporito e molto sostanzioso!

Lasagne all'ascolana

Ingredienti per la pasta:
  • 500 gr di farina 00
  • 5 uova
  • 1 cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva
  • sale q.b.
Ingredienti per il condimento:
  • 500 gr di carne macinata (bovina e di pollo)
  • 150 gr di rigaglie di pollo
  • 150 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • olio extra vergine d'oliva q.b.
  • burro q.b.
  • sale q.b.
  • tartufo bianco q.b.
Per preparare la pasta disponete la farina a fontana sulla spianatoia, ricavate una buchetta al centro e rompeteci le uova, aggiungendo un cucchiaio d'olio e un pizzico di sale.
Amalgamate bene gli ingredienti e lavorate energicamente, fino a che non avrete ottenuto un impasto omogeneo.
Coprite la pasta con un panno umido e lasciate riposare per una mezz'oretta; cominciate a preparare il condimento.
Scaldate un po' di olio e di burro in un tegame e fatevi rosolare il macinato e le rigaglie di pollo, tutto tagliato finemente.
Aggiustate di sale e mescolate spesso; sfumate con un bicchiere di vino bianco secco.
Nel frattempo stendete la pasta in sfoglie sottili (ma non troppo, le lasagne devono essere sempre un po' consistenti!) e ricavatene dei rettangoli abbastanza larghi.
Scottate le lasagne in abbondante acqua salata e con un filo d'olio all'interno; levatele dall'acqua ancora molto al dente, visto che si finiranno di cuocere in forno.
Stendete uno strato di pasta in una teglia imburrata e copritelo con uno strato di condimento spolverato con il parmigiano; ripetete questa operazione, alternando le sfoglie di pasta e il condimento.
Sull'ultimo strato di pasta, oltre a versare abbastanza condimento e abbondante parmigiano (questo formerà una buonissima crosticina!), grattugiate a scaglie il tartufo bianco, che darà un tocco assolutamente unico a questo piatto.
Cuocete in forno a 200° per una ventina di minuti.