domenica 15 dicembre 2013

Natale in pentola: la Puglia


Cosa si prepara per Natale in Puglia?
Si comincia da un bel piatto di lasagne, seguite da varie specialità di carne, come l'agnello al forno con i lampascioni, l'agnello con spezie e verdure, tra cui le cime di rapa, o il capretto allo spiedo.
Tanti sono i dolci pugliesi legati alle feste natalizie: le pettole dolci (qui la versione salata), i porcedduzzi (simili agli struffoli napoletani), le cartellate, i sasanelli, le castagnelle, il mandorlaccio, piccola pasticceria alla pasta di mandorle e il torrone alle mandorle (insomma le mandorle piacciono!).

Cartellate

Ingredienti:
  • 500 gr di farina 00
  • 100 ml di olio di oliva
  • 100 ml circa di vino bianco
  • 25 gr di zucchero
  • olio di semi q.b.
  • miele q.b.
Disporre la farina a fontana su una spianatoia; al centro aggiungere lo zucchero, l'olio d'oliva ed un po' di vino bianco.
Cominciare ad amalgamare gli ingredienti con le dita e aggiungere il vino bianco un po' alla volta, iniziando ad impastare.
Lavorare il composto, fino a raggiungere una consistenza abbastanza soda, quindi attenzione a non aggiungere troppo vino, altrimenti si otterrà un impasto troppo molle.
Lasciar riposare la pasta ottenuta, coperta da un panno, per una mezz'oretta.
Tagliare la pasta a pezzi e stenderli finemente (circa 3 mm) con un matterello o con la macchina per la pasta.
Dalle sfoglie di pasta si dovranno ricavare, con l'aiuto della rotella dentellata, delle strisce larghe più o meno 2 cm.
Prendere ogni striscia ed unire i suoi estremi inferiori e superiori, partendo dall'inizio e continuando ad intervalli regolari (indicativamente ogni 2 cm) fino alla fine.
Avvolgere le strisce così lavorate su loro stesse, formando una specie di rosa, e pizzicare i vari giri della pasta con la punta delle dita per tenere ben chiuse le cartellate, in modo che non si sfaldino durante la frittura.
Metter abbondante olio di semi in una padella capiente e dai bordi alti; scaldare e poi calare le cartellate un po' alla volta.
Friggerle fino a che non risultino ben dorate su entrambi i lati, quindi scolarle e farle asciugare su carta assorbente.
Riscaldare a bagnomaria il miele, così da renderlo più fluido, e versarlo a filo con un cucchiaio sulle cartellate; in alternativa si possono guarnire con del vin cotto denso.