lunedì 16 dicembre 2013

Natale in pentola: il Veneto


Cosa si prepara per Natale in Veneto?
Per cominciare il pranzo di Natale troviamo un misto di salumi veneti, seguiti da classici come i ravioli in brodo di cappone, il risotto al radicchio o gli gnocchi in sugo d'anatra.
Per secondo troviamo ancora il cappone lesso o il bollito di manzo al cren (cioè condito con una salsa a base di radice di rafano), l'oca arrosto o il baccalà con la polenta; tra i dolci veneti spicca uno dei classici del Natale, il pandoro di Verona, ma ce ne sono altri meno conosciuti, come il il torrone mandorlato, il nadalin, la mostarda al mascarpone e la pinza veneta.

Bollito di manzo al cren

Ingredienti per 4-5 persone:
  • 1 kg di carne di manzo
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • 3 coste di sedano
  • erbe aromatiche
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
Ingredienti per la salsa al cren:
  • 100 gr di radice di rafano
  • 1/2 bicchiere di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • sale q.b.
Riempire una pentola con abbondante acqua e salarla; pulire la cipolla, le carote e le coste di sedano ed aggiungerle all'acqua, unendo anche erbe aromatiche a piacere e qualche grano di pepe nero.
Portare l'acqua ad un leggero bollore ed aggiungere la carne di manzo, coprire con un coperchio e lasciar cuocere per 3-4 ore a fuoco dolce.
Nel frattempo preparare la salsa; prendere la radice fresca di rafano, sciacquarla, asciugarla bene e raschiare la superficie con un coltello.
In una ciotola grattugiare finemente il rafano, aggiungere l'aceto di vino bianco, un cucchiaio di zucchero e un pizzico di sale; miscelare bene gli ingredienti e lasciar amalgamare bene i sapori.
Quando la carne sarà cotta, scolarla bene e lasciarla intiepidire; tagliarla a fette non troppo sottili e servirla accompagnata con la salsa al rafano.