domenica 3 gennaio 2016

Le mille forme della pasta - Fettuccine paglia e fieno

Ed è arrivata anche la prima domenica dell'anno. A casa mia girano ancora indisturbati gli avanzi del periodo delle feste. Ma è domenica, che fai non prepari giusto una cosetta?!
Come minimo un po' di pasta fresca, per rimanere leggeri dopo tutto quello che abbiamo mangiato. In fondo la pasta all'uovo è salutare, poi ci ho messo anche un po' di spinaci, quindi c'è la verdura, quindi è dietetica, quindi ne posso fare un quintale per 5 persone.
E allora oggi mangiamo colorato, un bel piatto di fettuccine paglia e fieno!

Fettuccine paglia e fieno


Ingredienti per 5 persone (che mangiano per 10)

Per la pasta classica:

  • 220 gr di farina 00
  • 2 uova medie
  • 1 pizzico di sale
Per la pasta verde:
  • 300 gr di farina 00
  • 2 uova medie
  • 80 gr di spinaci lessati (peso da cotti)
Il procedimento per la preparazione delle due paste è lo stesso: su una spianatoia (o in una ciotola o per i più pigri come me, in una planetaria), disponete la farina a fontana, rompete le uova all'interno e mettete un pizzico di sale; nel caso della pasta verde aggiungete insieme alle uova gli spinaci molto ben strizzati, altrimenti la pasta rimarrà umida e appiccicosa, e frullati.
A questo punto impastate il tutto fino ad ottenere un composto (anzi due) liscio ed omogeneo e mettete la pasta a riposare per mezz'ora a temperatura ambiente, avvolta nella pellicola trasparente; il riposo aiuta la pasta a rilassarsi così che sarà meno elastica e quindi più facile da stendere.
Riprendete gli impasti e stendeteli a mano con il mattarello (onore a voi!) o con la macchina stendipasta, allo spessore che preferite; io di solito arrivo alla penultima tacca della macchinetta.
Ricavate le fettuccine sempre con la solita macchinetta o, se siete old fashion e abbastanza pazienti, al coltello...e le sfogline emiliane saranno fiere di voi!
Ora che le fettuccine paglia e fieno sono pronte, potete cucinarle subito e in 5 minuti saranno già pronte nei piatti, oppure lasciarle seccare stese su dei teli infarinati e mangiarle più in là.
Io ovviamente le ho mangiate 5 minuti dopo aver finito la preparazione, immerse in abbondante sugo di salsiccia (un po' di carne ci voleva, la verdura già c'era!), ma non avrei disdegnato anche un sughetto di funghi misti...magari per la prossima volta!

Veronica